Archivio maggio 2008


Se se.

La televisione è più importante della mamma. E pure la droga. Adesso noi guadagniamo quello che vogliamo noi. Mi alzo a mezzogiorno e faccio tutto quello che voglio io. E meno male che ci sta la droga, o si no ievem’ a ffa’ i bucchini. Soluzione: Vito e gli altri, di Antonio Capuano.

Essi vivono.

Geograficamente, c’è il cretino che si va a prendere l’aperitivo o il rum dopo cena a Campo de’ Fiori; il cretino che va fare la colletta a San Lorenzo e gli chiedono i soldi a lui. Se ultimamente era aumentato il numero dei cretini che attraversavano Roma per andarsi a bere ‘na biretta ar Pigneto, [...]

Fenomenologia del nubiano, 2.

Alcuni chiarimenti sul nubiano. Esso non è in alcun modo il cavalier servente della squillina. Ne è, per oscuri motivi (che solo lui, la stella del mattino, potrebbe spiegare, se volesse), lo schiavo. Il nubiano non aspira a nulla, sa che non potrà mai ottenere mancocazz dalla sua squillina, eppure continua imperterrito ad accompagnarla in [...]

‘A stronzii.

Compagni e camerati che vi siete menati alla Sapienza, voi non lo sapete ancora, ma siete stronzi. Anzi stronzissimi. Anzi, più che stronzissimi. Ho capito, siete giovani, non ve lo ricordate, ma cazzo, esistono i libri, esistono i giornali. Bene, voi vi menate, vi accoltellate, e nel frattempo, vi fottete con le mani vostre. Io [...]

Astut strategies of the democratic parties.

Il PD sconfigge in aula la maggioranza. Perché le sue proposte erano migliori, più convincenti? No. Perché cento deputati del PDL stavano a mare. Prossima astuta  strategia del Loft, organizzare parties durante le votazioni e invitare i colleghi della maggioranza di governo dicendo: essù vieni, il vino lo mettiamo noi e ti prometto che la [...]

Aò, si tte piace moscio stasera te faccio morìììììì.

La Repubblica definisce, come al solito, proverbiali le battute di Andreotti, che notoriamente fanno schifo al cazzo. Un giorno qualcuno magari gli dirà che le sue battute sembrano scritte da Pino Insegno; il problema è che la gente, alle battute di Pino Insegno, ride.

Fenomenologia del nubiano: definizione e prima legge.

Dicesi nubiano l’accompagnatore della squillina. Dicesi squillina una femmina giovane e debosciatissima. Caratteristiche principali della squillina sono, appunto, la deboscia estrema (anche e soprattutto nei riguardi del sesso) e la propensione, sempre estrema, a combinare guai, soprattutto al suddetto nubiano. Il termine squillina deriva dall’insana abitudine a farti il cosiddetto squillino sul cellulare, che può [...]

I Motivi Perché E Percome Il Mondo Sta Andando A Rotoli: 23.

Perché abbiamo detto che andavamo a lavare i panni sporchi a Cannes, ma le mutande sporche di merda e sburro in culo le abbiamo lasciate qua.

Babbalei.

Scrive H.J. Dionne (citato da Robert Hughes): Il moralismo della sinistra le impediva di vedere le cause legittime della rabbia del ceto medio. La rivolta del ceto medio contro la crescente pressione fiscale non era una manifestazione di egoismo, ma la reazione alla difficoltà di mantenere un tenore di vita da ceto medio. La rabbia [...]

Largo ai giovani.

Dovete sapere che, dopo anni di collaborazioni amichevoli (iamm, ca simm’ cumpaaaaaaagnnn’) , ho deciso che, d’ora in poi, o mi si paga, e pure come si deve, oppure ci attacca a questa capocchia. L’unica eccez. la si fa per Gloryhole; o meglio, prima o poi la farò, lo giulio. Nel frattanto, vi informo che [...]

Then they say: repent.

Sono sinceramente pentito; mi pento, mi pento, mi pento. Sono un idiota, un cretino di proporzioni epiche. Pensavo bastasse non andare più a votare, e invece no. Mi auguro di tutto cuore che questo governo cada, per andare alle elezioni. E votare per i fascisti.

Come sono andato?

Fu guardando Veltroni a Ballarò che comprese, con inaspettata lucidità, che al mondo non c’era più posto per lui; stamattina uno zingaro di otto anni, entrato nel suo appartamento per rubare, ha trovato il corpo. Gli ha preso orologio, cellulare e soldi ed è andato via senza avvisare nessuno. Lui è ancora lì che penzola, [...]

Nun me cacate ‘o cannes.

Nel frattanto che il mondo intero della cultura avvii a scassare la minchia su Osvaldo Valenti, e quant’è bravo Zingaretti qua, e che attorone che è là, sarebbe carino che qualcuno, fra le migliaia di critici, esperti e festivalieri donaculo de sinistra, si ricordasse della parodia di Valenti che  fece Gassman. Il problema c’è, perché [...]

Repliche semiestive.

A proposito dei zengari, per voi giovani che non lo leggeste allor, un capitolo di Tropico del capicollo buonanima.

Schifo pena & pietà.

Il disco di Scarlett Johansson fa talmente cacare, ma talmente cacare, ma talmente cacare che entro dieci giorni il PD la chiamerà per nominarla consulente musicale.

Gadjo dilo.

Uno dei miei soprannomi, gentilmente fornitomi dall’ottimo Carminage (chi ha letto Tropico del capicollo sa chi è, chi non l’ha letto cazzi suoi), è il zingaro; me lo merito, anche perché, come dire, con i zingari ho avuto a che fare, col nome di Amaleto Ciohanò. Potrei star qui a dirvi perché rom e romeni [...]

Comandi.

I figli so’ piezz’ ‘e coooooooreeeeeeeee.

I rom li rapiscono. I comunisti se li mangiano. I genitori se li chiavano. Indovinello: quale di questi tre casi è l’unico vero? 

I Motivi Perché E Percome Il Mondo Sta Andando A Rotoli: 22.

 Perché nessuno ricorda più le parole del grande e unico Frank Zappa: Progress is not possible without deviation from the norm (su suggerimento del Re del BBQU & karaoki, mr. Amleto).  

Allarme sicurezza.

E’ che sono sicuro che qualsiasi cosa faccio esce qualcuno che m’adda caca’ ‘o cazz’.