Diario di bordo in 10 punti.

Oh dunque. Con l’estate in genere non mi fermo, ma è necessario che finisca la stesura definitiva del libro, e se sto sempre qua a regalarvi la roba non lo finisco più. Non che ne abbia tutta questa voglia, lo confesso. C’è tutto un sistema che si adopera, giorno dopo giorno, a fartela passare, ma ormai ci siamo, anche se non è detto che sei in ballo non ti possa cacare il cazzo e smettere di ballare; intanto, questo blog per un po’ diventa un diario di bordo vero e proprio. Vi informo su quello che succede e quello che credo stia succedendo leggendo non più di tre minuti al giorno (vi giuro, e spesso neanche quelli, tra tg e quotidiani). Intanto:

1) Ieri, a Cava de’ Tirreni, ridente cittadina acerrima nemica ‘e Salierne, è stato inaugurato il Rodaviva, bar libreria gestito tra gli altri da un’amica che ci voglio molto bene, quindi andateci. Voci tendenziose dicono che ci sarò anch’io il 20 di luglio, ma va trova, qua stiamo sotto a un cielo.

2) Cavani è andato via. Gente che venderebbe il fegato della madre e del figlio piccolo per cento euri da giocarsi al videopoker sotto casa sta schiumando da mesi chiamandolo traditore e prezzolato.

3) Grande entusiasmo per il Papa, che gira, gira, parla parla ma il concordato sempre là sta e a me mi rode il culo dover pagare lo stipendio dell’insegnante di religione di mia figlia.

4) Un signore caruccio che si chiama Ciwati, credo, si candida a non so cosa, e soprattutto mi sembra chiaro che nessuno ha capito perché.

5) Mi comunica Marziano che Salierne ospiterà il concerto di DAVID Knopfler, con tanto di ospitata all’università, e non a lavare i cessi.

6) Mi dicono che le donne del Pd sono contrarie alle belle pucchiacche sui manifesti. Mi duole informarle che non è che se non vediamo il culo di Belen il loro fa meno schifo.

7) Credo di essere l’unico al mondo che si fa venire una verminara se ai festival letterari non invitano i suoi amici.

8) Tutto questo entusiasmo sull’incintità di Charlotte Casiraghi sarebbe lecito solo se foste i genitori del bambino o della suddetta Charlotte.

9) La serie Hannibal, sostanzialmente, è una cacata mostruosa, se escludiamo il cameo di Eddie Izzard, che si mangia la macchietta di Anthony Hopkins in due secondi netti e si proclama il più grande attore vivente.

10) Vedo che è finita la moda del topless e mi rallegro, ma continuate a fare schifo al cazzo anche in bichino.

A domani.



5 Commenti

  1. klaudione

    bentornato.
    capisco che pure tu tieni da fare, ma ancora un po e mi mettevo a leggere i resoconti del premio strega sul corriere… 

  2. dirty

    Amleto!! ci dici precisamente l’orario?? Comunque il posto è proprio carino!!!