Archivio ‘il maestro zen’


cxx_yogi_1955_getty_12

S’è fatto tardi molto presto.

It gets late early out here, diceva il grande Yogi Berra e, come spesso gli succedeva, aveva ragione. Mi pare -potrei sbagliarmi ma non credo proprio- che per quanto riguarda la propaganda governativa si sia fatto tardi prima di quanto si aspettassero. Intendiamoci, io non credo ci sia alcun complotto, e per due valide ragioni. [...]

topo-sogni-620x330

La fine delle zoccole.

 Il seguente esperimento mentale vi aiuterà a capire. Supponete di essere in grado di trovare una grande e variegata popolazione di ratti: grassi, magri, malaticci, forti, ben proporzionati, eccetera (potete trovarli facilmente nelle cucine dei ristoranti di lusso di New York). Con queste migliaia di ratti costruite una coorte che rappresenta bene l’intera popolazione dei [...]

unnamed

Menu militari.

Quando non hai figli e vuoi uscire di casa ci metti due minuti: chiavi, sigarette, cellulare e alè, via nel mondo a far figuracce. Se invece la tua vita è allietata da un pargoletto, la dotazione base consiste in: batteria di riserva per cellulare, pannolini di ricambio (a seconda dell’età del pupo), pazziarielli vari, ciucci [...]

SACV

Bollettino di guerra, giorno #boh

ore 8.00. L’assessore Gallera si sveglia nel suo mondo immaginario, fa fare sei milioni di tamponi in un’ora, fa due chiacchiere con Alice e il Bianconiglio e, dopo il caffè, vince il Pallone d’Oro. Salvini recita l’Ave Maria. ore 9.00. Bertolaso, in quarantena per coronavirus, si reca in cucina a prepararsi le solite felle biscottate [...]

unnamed

Accattone.

Mentre gli intellettuali gemebondi invocano l’apertura delle loro farmacie dell’anima (espressione di rara bruttezza, ovviamente partorita da voi sapete chi), orfani delle loro passerelle compensative, ci voleva il Papa per dire quello che andava detto, e che avrebbero dovuto dire loro. Una cosa che non solo non hanno detto, ma non hanno neanche pensato:  Si [...]

monatti

Nonostante.

Tagliati fuori dal resto del mondo, gli abitanti si separano gli uni dagli altri all’interno stesso della città maledetta, temendo di contagiarsi a vicenda. Si tengono chiuse le finestre di casa e non si scende in strada; si cerca di resistere, chiusi in casa propria, con le provviste che si sono potute accumulare. Se nonostante [...]

Chewbacca-834x1024

Smartwookie.

Ora. Parliamoci chiaro: non ho paura di un golpe (a proposito, si pronuncia golpe, con la e finale, e non gòlp, come dicono molti autorevoli opinionisti, che non a caso stanno sempre davanti al cazzo). E non ho paura di un golpe perché peggio di così non potremmo stare. Dopo il jobs act, il massacro [...]

Da-Conte-a-Renzi-la-bella-politica-da-vergogna__matteo-renzi-giuseppe-conte-1

Due o tre cose che so.

1) La Rai. Sei il presidente del Consiglio? E allora non fai le dirette Facebook come Clio make-up o Chiara Ferragni. Contegno istituzionale e rispetto dello Stato significa anche usare i canali istituzionali. Non so a voi, ma a me vedere i cuoricini che scorrono in video mentre il damerino gioca a fare lo statista [...]

90512170_10220280366512115_8286928299989401600_o

Giusto per dire.

1) Apprezzo le ronde modello donne, è arrivato l’arrotino,  in attesa del ritorno dei banditori comunali (vedi alla voce Il medico e lo stregone, Monicelli), ma mi piacerebbe sapere se le ronde le autorità preposte le vanno a fare anche sui luoghi di lavoro. So di padroncini (chiamarli masti è troppo dolce per sta gente [...]

1zk4yg

E’ questo il momento.

Volevo dire solo un paio di cose, poi oggi torniamo a sorridere (ci proviamo, e lo facciamo gratis, tanto per sottolineare chi è signore e chi invece si fa pubblicità a quegli articoli da cartoleria che sono i suoi libri) col Bollettino di guerra.  Quello che volevo dire è che è questo il momento. Va [...]

download

Bollettino di guerra, giorno #2

ore 8:00. Il governatore De Luca si alza, ordina la colezione e, quando arriva, fa un cazziatone al cappuccino reo di non indossare la mascherina. ore 8:30. Il governatore De Luca chiama al cellulare il premier Conte per la solita, cordiale telefonata del mattino e, come al solito, lo chiama parsonaro e valvassino. ore 9:30. Il governatore [...]

download

Bollettino di guerra, giorno #1

ore 8:00. Il premier Conte si sveglia e fa una frugale colezione con pane e capicollo. Le donne si innamorano. ore 8:30. Il premier Conte si passa il Grecian 2000 fra i capelli. Le donne dicono che gli conferisce un aspetto giovanile e al contempo autorevole e si innamorano. ore 9:30. Il premier Conte telefona [...]

coronavirus

I Dieci Peggio Sciemi da Coronavirus.

1) Il viecchio ™. Erano decenni che aspettava che qualcuno gli proibisse qualcosa, per vendicarsi del tempo che passa. Esso, all’annuncio dell’estensione della zona rossa in tutta la nazione, si arma di berretto e loden regolamentare e, incitato dalla moglie (vai e torna vincitore, Arturo), si riversa nelle strade della città pronto a sfruttare la sua [...]

donkey

Ladro lo dici a tua sorella.

Se compri un cd su Amazon (sì, io compro, e compro i CD, perché il vinile si sente una emerita merda), ti puoi scaricare l’mp3, così te lo senti finché non ti arriva il disco. Coi libri non lo puoi fare. Se viaggi, o ti porti sei chili di roba oppure ti compri il file [...]

K1962_016_TR2018_o3

Di Gattuso Gennaro e della sconfitta di De Crescenzo Luciano.

In genere non scrivo di pallone. Ne parlo, molto, ma solo con chi ne capisce, tipo Marco Ciriello, e almeno ci ammazziamo di risate, ma questo è tutto. Niente, a parte le patrie lettere, attira un numero maggiore di cacciati di casa come il pallone. Niente. Però, forse è il caso di fare il punto [...]

bibbiano-2

Parlateci dei piecori.

Ogni tanto sento il bisogno di ripetermi. Un po’ perché, direte voi, sono rincoglionito, un po’ perché certe cose non le si dice mai abbastanza. Leggo in giro, anche se vorrei evitare di farlo (“non si è mai abbastanza assenti dalla vita”), cose su Bibbiano, sui barconi, sul reggiseno del comandante, sul mandato zero. E [...]

massimo-troisi-438708.660x368

E’ morto Troisi.

Sapeva essere cattivo come Peppino, subdolo come Eduardo, fisico come Totò, spalla come D’Alessio e Taranto, ma era unico. Non era mai banale, anche quando chiacchierava con Pippo Baudo, il boia dell’intelligenza. Era credibile con la maglietta e in giacca e cravatta, perché non recitava mai. Lui era e basta. Ha scritto cose fantastiche, ha [...]

livres-autodafe

E voi non avete

Qualunque veleno abbiate in corpo, vi ha fatto sputare su un uomo in catene. Quale che sia il verme putrido che vi abita dentro, è stato capace di farvi umiliare un prigioniero, un essere umano indifeso. Perché voi non avete rispetto, non avete pietà. Ve ne fottete del Vangelo, vi fate beffe del Corano, non [...]

piecoro

IL PIECOROMETRO

E tu, quanto sei piecoro? Scoprilo con il piecorometro di Amlo! Pur non avendo alcun saggio provocatorio in uscita per Einaudi, il vostro attempato diggei vi propone un agile sondaggetto per scoprire quanto siete piecori   SPUNTA LE FRASI CHE TI SEMBRANO DI BUONSENSO: 1) Se comandassero le femmine non ci sarebbero più guerre. 2) [...]

arton143080-08714

I foderi combattono e le spade stanno appese.

Qualche anno fa ho scritto questo libro che si chiama Degenerati, nel quale cerco di capire perché la nostra società si sia rincoglionita al punto che i foderi combattono e le spade stanno appese. Beh, da allora -e non è che siano passati decenni- le cose sono andate peggiorando come solo le cose che peggiorano [...]

money

I beneamati soldi.

Sono cresciuto in un mondo diverso, in un diverso modo di guardare alle cose, un mondo in cui dove mangiano tre mangiano quattro. Era un mondo di merda, chi lo nega, ma c’è una cosa che non sapete della merda: che può peggiorare. C’era chi se ne era accorto, e per anni ha continuato a [...]

Agrodolce

Nunc est Bibendum.

Le cose non succedono mai da un momento all’altro, anche se a noi sembra così. E’ come quando ti inchiattisci: mangi come a un puorco disgraziato per un mese, ti bevi venti birre al giorno e il pantalone ti entra sempre una bellezza, finché una mattina, semplicemente, non ti entra più. Certo, è successo una [...]

marianna-madia-576651_tn

La persona giusta.

Fresca nominata responsabile Lavoro del Glorioso partito Democratico, la giovane ma tosta Marianna Madia si reca in via Veneto per incontrare il ministro del Lavoro ma, presa dai suoi pensieri (tutti tesi alla tutela del Popolo), si infila nel ministero sbagliato, quello dello Sviluppo Economico, anche se le malelingue sostengono ben altro. Quando politici e attention [...]

Museo

Davanti museo.

Faremo la Biblioteca Nazionale dell’Inedito. Un luogo dove raccogliere e conservare per sempre romanzi e racconti di italiani mai pubblicati. Ve la ricordate, voi, questa incommensurabile scemità? La scrisse l’allora ministro (e romanziere, non dimentichiamolo mai) Franceschini. Peccato che poi non se ne fece niente: sarebbe stato bellissimo vedere quanti soldi sarebbero riusciti a buttarci [...]

Noi e loro.

Capisco la cretinaggine, ma a un certo punto uno deve smetterla. Se una volta si diceva non si parla coi fascisti non era per snobismo, era perché, semplicemente, non si parla coi fascisti. Indignarsi quotidianamente, fare da cassa di risonanza per questi, non solo è inutile, è controproducente. A lavare la capa al ciuccio, ricordatevelo, [...]

maxresdefault

Quando siamo diventati cattivi.

Siamo sempre stati un popolo di fetenti, un gregge coi denti aguzzi che trasforma ogni singola ragione in una fabbrica di torti: non c’è bisogno che leggiate dei libri, eh (Dio ve ne scampi). Perdete giusto quel paio d’orette a vedere La marcia su Roma, il capolavoro di Dino Risi con Gassman e Tognazzi. Se [...]

C_2_articolo_3150718_upiImagepp

Imbecilli.

Sono anni ormai che mi danno del grillino. Inutile dire che  non li ho mai votati: ci mancherebbe, quei cosi su due gambe. Però sono anni che dico che sfotterli non serve a niente, anzi. E si è visto. Si è visto eccome. A Toninelli avete contrapposto l’astuzia sopraffina di Orfini, a Di Maio la [...]

matteo-salvini-aprile-2018

Il pappagalliamento.

Un giorno che metti -divento famoso- devo andare in televisione a dire la prima stronzata che mi viene in mente e vedere come se mi riesce il gioco dell pappagalliamento. Esso consiste nel dire una banalità leggermente non mainstream (ma comunque abbastanza fessa da posizionarsi saldamente dentro la correnti di pensiero dei moderni tricoteurs). Che [...]

224638941-8f142e2b-5c7d-499f-a907-d78ed8e37474

Caro dott. Chiellini,

Caro dott. Chiellini, innanzitutto permetta che le faccia i miei più sinceri complimenti per lo scudetto appena vinto. Sono complimenti sinceri, del tutto privi d’ironia e di sarcasmo: mi permetta di spiegarle brevemente  il perché. Mi riferisco a quanto scrive il quotidiano La Stampa di Torino, secondo la quale lei avrebbe detto, tra le altre [...]

hqdefault

Il vinciuto.

C’è un termine napoletano che mi viene in mente ogni volta che vedo Renzi. Ogni volta. Il termine è vinciuto. Che in napoletano sta per capuzziello, borioso, spocchioso, uno che le vuole sempre vinte, soprattutto quando non se lo merita. Che è diverso da uno che non sa perdere. Il vinciuto non è McEnroe che [...]

download

Gli uccelli si apparano all’aria e i cretini si apparano a terra

Vi racconto un aneddoto; una volta, un tipo che conoscevo mise incinta a una. Quando lei glielo disse, lui cascò -vi giuro, sinceramente- dalle nuvole. Gli chiesi: ma scusa, possibile mai che non sapessi niente? Lei dice di avertelo detto. E lui: ah, può essere. E io: ma come, può essere? Cioè, te lo ha [...]

Labadessa, scuse non accettate.

 «Dovrebbero inventare un’app per smartphone che se vedi una ragazza carina in metropolitana e te ne innamori ti dice chi è, quanti anni ha, poi l’addormenta e ti fa fare sesso con lei». Per via di questo post. Mattia Labadessa ha dovuto chiedere scusa, cito un articolo di Fumettologica, perché “ ormai mi stanno riempendo di [...]

book-club-recomendations

Non regalate libri.

Non regalate libri. Non è vero che più libri più liberi. Anzi, se solo vi fate un giro in qualche libreria, più libri più merda. Non è vero che avvicinando i libri al piecoro, il piecoro migliora, anzi. Il piecoro ci piscia sopra. Non regalate libri. Restate casta, setta, carboneria. Chiedete anzi la parola d’ordine, [...]

bc2.630x360

Dell’uomo e dell’artista.

Non sono mai riuscito a separare l’uomo dall’artista, come si dice adesso. E manco ci voglio riuscire, se devo essere sincero, alla faccia di tutti quelli che quando affermo questa cosa fanno la faccia compassionevole e mi dicono eh ma tu sei romantico (sottintendendo stronzo). Ora, dovete capire una cosa: il mio non è un [...]

Film Scusate il ritardo

Ti ha lasciato perché non rientravi nei canoni estetici tradizionali.

Toni’, ti ha lasciato perché eri brutto, va bene? Rendiamoci conto che questa cosa, oggi, si chiamerebbe body shaming, o un altro dei nomi cretini che gli analfabeti usano per farci capire che non conoscono la lingua italiana. A casa mia, si è sempre chiamato sfottere, e non solo a casa mia. Questo è Troisi, [...]

girls.russia.dating-300x200

I VERI motivi per scegliere una fidanzata dell’Est

1) Perché, incredibile a dirsi, siccome sono buone di cuore fanno chiavare perfino a voi. 2) Sono sempre sexy. Certo, per voi rattusi che intostate pure per gli scozzesi in kilt in trasferta per il rugby. 3) Perdonano il tradimento anche perché giustamente di voi gli passa per il cazzo. 4) Sono disposte a far [...]